per &

Escursioni in montagna a Pelion

Monte Pilio

Rara vegetazione, fiori, piante e sentieri per combinare in una colorata tavolozza , il paesaggio magico del Monte Pilio!

Fin dai tempi antichi, Pilio era la montagna dei fiori e delle erbe medicinali. Secondo la mitologia, fu la residenza estiva degli dei del Monte Olimpo. Qui vissero i Centauri.
Inoltre, alle sue pendici, si celebro’ il matrimonio di Pilio con Teti e il primo concorso di bellezza tra le dee Era, Atena e Afrodite. E qui ha frequentato di nascosto la scuola, Riga Fereou, l’eroe nazionale greco che ha contribuito notevolmente alla guerra di liberazione dalla dominazione turca, iniziata nel 1821.
La montagna del Pilio si estende da nord-ovest a sud-est per una lunghezza di 44 km ed una larghezza di circa 10 km a sud e 25 km a nord.

Il confine a sud e’ Platanorema, vicino al paese di Neochori e a nord, Kaporema, vicino al monastero di Flamourou. La cima più alta della montagna, a nord, raggiunge l’altezza di 1.624 metri s.l.m.(cima Pourianos Stavros). Altre cime sono Kotroni (1550 metri), Pliasidi (1547 metri), Aidonaki (1537 metri), Agriolefkes (1471 metri), Dramali (1455 metri), Schitzourafli (1450 metri), Calvario (1415 metri), (1300 metri) Lagonika.

Sul monte Pilio si possono incontrare fresche sorgenti: le principali sono quelle di Kaliakoudas e Lagonika. Nel loro insieme raggiungono il numero di 70. Ci sono corsi d'acqua anche di grandi dimensioni come Lagonika, Vrychona, Kaliakoudas e Feluka che dopo l’inverno si ingrossano e scorrono dirompenti. [Durante l’escursione, potrai avere la sorpresa di scoprire piccoli e sicuri ruscelli]-> VADO VIA

Percorrendo i sentieri della montagna, si possono ammirare specie rare di fauna e flora. Almeno 1.500 sono le specie di piante e 14 i tipi di habitat qui reperibili. Il monte Pilio e’ in regime di protezione in base alle direttive 92/43 e 79/409 dell'Unione europea. E’ incluso nella Rete NATURA 2000 dell'Unione europea con il codice-GR 1.430.001.

Tre specie qui presenti (Campanula incurva, syriaca Lesquereuxia e Pelia Soldanella) sono inserite nel "Libro Rosso delle piante della Grecia” , in un totale di 38 specie considerate rare.
Raggiungendo le vette più alte del Monte Pilio, è facile trovare boschi di faggio, mentre a livelli piu’ bassi e’ reperibile l’abete di Macedonia, e piu’ in basso ancora, dei castagneti. Nelle piazze dei paesi, vetusti alberi, di centinaia di anni , sono divenuti ormai monumenti naturali!

I 24 villaggi di Pilio si compattarono durante il periodo della dominazione ottomana, avendo Zagora’ come piu’ importante centro commerciale. Chorefto’ fu ed e’ ancora il porto di Zagora’.

Sul Monte Pilio e’ facile trovare a livelli piu’ bassi, piante di olivo e di melo, nella parte orientale e di patate nella parte piu’ a monte.
In ogni epoca dell’anno, il Monte Pilio ha una bellezza particolare, che vale la pena di scoprire e godere!